Come conquistare un uomo con il vino, segreti di seduzione

come conquistare un uomo con il vino eros coppia seduzione consigli amore autunno 2017

L’autunno è la stagione del vino. Il mosto profumato delle uve pregiate riempe i calici di case e bistrot e rende più partecipi al gioco della seduzione in un’ atmosfera ricca di profumi e colori caldi e caratteristici che solo un paesaggio autunnale sa dare. Vediamo allora come sfruttare questo periodo per conquistare un uomo con il vino come afrodisiaco e non solo.

Vi siete mai chieste perché con un bicchiere di vino in mano sembra tutto più facile? Perché il sorriso è più frequente e flirtare con un uomo attraente appena conosciuto diventa quasi una condizione naturale che non disdegna la malizia? L’alcool, direte voi. Certo, ma non solo. Dietro un buon bicchiere di vino, in particolare rosso, c’è tutta un‘esperienza sensoriale che va ben oltre la chimica molecolare e passa attraverso il gusto per assecondare uno scambio alla pari (tra i due partner) di informazioni e sensazioni guidate dall’eros. E’ la chimica dei sensi, così che la seduzione è celebrale prima ancora che fisica.

Numerosi studi scientifici condotti nel corso degli anni confermano che il consumo moderato di vino (cca. 20/40 gr per gli uomini e 10/20 gr per le donne, che corrispondono ad 1 max 1/5 bicchiere al giorno) concorre ad una maggiore fluidità del sangue e, di conseguenza, produce effetti positivi sulla libido affermandosi come valida alternativa naturale agli afrodisiaci chimici. La bevanda, infatti, è ricca di resveratrolo, un antiossidante che potenzia la produzione di ossido nitrico nel sangue e favorisce la vasodilatazione delle pareti del epidermide degli organi genitali, inducendo l’erezione nell’uomo e il rilassamento delle fasce muscolari della vagina nella donna.

E’ facile comprendere allora come, da un punto di vista scientifico, il vino non possa essere considerato la valvola di sfogo ai rifiuti e le pene d’amore od un mezzo per “quagliare” in fretta arrivando subito al sodo, quanto, se mai, una spalla irrinunciabile durante il gioco della seduzione. E’ un po’ come l’amica che non ha voglia di uscire il giovedì sera perché ha un importante riunione di lavoro l’indomani sul presto ma fa comunque le tre di mattina con voi in un locale agendo da gancio per creare l’opportunità giusta di conversazione, per poi andarsene quando, dopo aver spiato e riportato a voi ogni battito di ciglia, sorriso e contatto del lui in questione con un’altra donna, capisce che la sua figura comincia ad essere di troppo e la passione ha già preso il sopravvento. Il vino è dunque un impareggiabile compagno di serate, abile cantatore di storie (disinibisce la parlantina), carezza le papille gustative provocando sapori inattesi nella bocca e l’ebrezza esplode passando dal palato per arrivare al cervello. Ecco perché non basta parlare di etanolo, ormoni e reazioni molecolari.

come conquistare un uomo con il vino eros coppia seduzione consigli amore autunno 2017 ibiza blue marlyn

C’è una chimica che trascende la medicina e non viene sintetizzata in laboratorio ma creata attraverso il desiderio ed il potere evocativo delle immagini che il vino è in grado di creare nelle nostre menti. E’ la chimica dell’amore, quella dalla quale facciamo dipendere tutte le proprietà afrodisiache del vino e si basa sull’immaginario comune e la nostra capacità di sognare per richiamare visioni che risvegliano nei nostri sensi un ardore particolare. Basti pensare alle bollicine: siamo soliti associare lo champagne a momenti di festa, goderecci, situazioni in cui l’inibizione fa spazio all’ilarità e quello che succede viene spesso insabbiato da una memoria vittima della lussuria di un momento. Pensate, si dice che Napoleone, integerrimo condottiero, cadde vinto dal vino utilizzato come arma di seduzione dalla vedova Cliquot Ponsardin, donna che a lui non piaceva ma dalle scaltre doti persuasive, tanto che lo prese per la gola offrendogli le tanto decantate bollicine. Ecco dunque che psicologia ed enologia si incontrano in una sorta di oblio sensuale (e per sensuale si intende, come da dizionario, relativo ai sensi) in cui il vino altro non è che un grande catalizzatore di passioni.

Alla luce di tutto ciò la domanda sorge spontanea: come conquistare un uomo con il vino? Comprando il vino adatto all’occasione e creando un’atmosfera in grado di inebriare tutti i sensi. Optare per un menù con pochi ingredienti, magari afrodisiaci, capaci di esaltare ed accompagnare le note caratteristiche di un vino, piuttosto che una sensualità appena accennata nel servirlo e la capacità di saperlo raccontare attraverso aneddoti tratti dalla vostra vita personale, che ne giustifichino la scelta, o dalla storia, come quello sopra citato di Napoleone, vi renderà padrone della situazione, consapevoli e interessanti agli occhi del partner e sarete voi a speziare l’incontro suscitando il desiderio.

Da ricordare. Per i sensi:

vista: allestire una tavola in modo originale o scegliere un luogo per l’aperitivo non convenzionale, curioso, perché anche l’occhio vuole la sua parte, dunque la vista va sorpresa per stuzzicare la fantasia e, di conseguenza, permettere a questa di trasformarsi in desiderio;

olfatto: indossare un profumo particolare, con un aroma acre capace di esaltare il vostro natural odore senza coprirlo. Questo perché l’odore anticipa, fa pregustare una situazione, libera l’immaginazione e definisce il sogno di sensazioni da vivere oppure ci ricorda sensazioni già vissute;

gusto: accompagnare il vino con piccole porzioni di cibi dal gusto semplice, magari afrodisiaco, e dunque ricchi di sostanze in grado di stimolare la produzione di peptide intestinale vasoattivo, un ormone implicato nella chiusura delle comunicazioni arterovenose e le altre reazioni collegate all’eccitazione sessuale (frutto della passione, cioccolato, pepe, peperoncino ecc…);

udito: un sottofondo musicale o chiacchiericcio discreto e un ambiente ovattato creano una situazione di benessere che predispone all’intimità ed alla seduzione;

tatto: nel gioco della seduzione tutto partecipa al piacere, anche la percezione della fisicità dell’altro, dunque le consistenze di tessuti che incorniciano le silhouette, come la morbidezza del velluto e la leggerezza del pizzo, che ricorda la biancheria intima, hanno un ruolo importante nella creazione dl feeling e della magia erotica.

Da ricordare. Per i vini:

Rosso – intenso, armonico e passionale come la terra. Es. Sàgana di Cusumano, Aglianico del Vulture (Basilicata), Negroamoro Fine (menhir), Clos St. Jacques di Rousseau.

Bianco – fresco, morbido e strutturato. Es. Prosecco Cuvée, Zibibbo di Sicilia, Blanc de Morgex et de La Salle, Riesling Italico.

come conquistare un uomo con il vino eros coppia seduzione consigli amore autunno 2017